Chitarraedintorni's Blog

blog dove si scrive di chitarra classica e…..dintorni

Al via con Stanley Jordan la 2^ edizione del Galliate Master Guitar

picasion.com_2

Accanto ai concerti serali, i Liutai italiani a congresso,

la due giorni di Fingerstyle, l’Aperitivo in classica,

la ‘jam area’ e i reading musicali

Galliate 30 giugno 2009. Tutto è pronto per il maxi raduno del mondo delle sei corde. Dal 3 al 5 luglio, Galliate ospita la 2^ edizione del Galliate Master Guitar, il festival della chitarra nato onore di Valentino Airoldi, lo storico e sconosciuto inventore della chitarra elettrica nato in questa cittadina della provincia novarese.

Il festival inaugura venerdì 3 luglio alle 18 nel Castello Sforzeaco,. Dopo il concerto di benvenuto della Scuola Dedalo, il via ufficiale alla manifestazione, che apre sulle note della chitarra di Nicola Cattaneo, il chitarrista pavese che spazia dal jazz d’avanguardia alla classica. Questo è anche il primo di una delle novità dell’edizione 2009 del GMG: il CalssicAperitivo, il concerto di Cattaneo sarà infatti arricchito dall’aperitivo gestito dalla Condotta Slow Food di Novara e Consorzio di Tutela Nebbioli Alto Piemonte.

Il ClassicAperitivo conduce il pubblico alla serata. Alle ore 21 il primo dei grandi concerti nel Castello Sforzesco, quello del chitarrista Stanley Jordan. Jordan è uno tra i più importanti chitarristi del panorama musicale degli ultimi decenni, ha dato allo strumento un contributo fondamentale, sia per le decisive caratteristiche tecniche innovative, sia per il carattere aperto e coinvolgente racchiuso nella sua musica, rinnovando e portando ai massimi livelli una tecnica già presente nella storia della chitarra, il tapping. Grazie a questa tecnica, l’artista ha creato un sound personalissimo e affascinante, dove le linee melodiche, i contrappunti, le linee di basso si incrociano e si fondono dando l’impressione di una, due, tre chitarre che suonano assieme. Una cifra stilistica inconfondibile, che ha portato Stanley Jordan alla ribalta internazionale fin dal 1985, data di uscita dell’album “Magic Touch”, lavoro che si è confermato al primo posto nelle classifiche jazz per 51 settimane, vincendo il Disco d¹oro in Usa e Giappone e aggiudicandosi due “Grammy Nominations”.

Il concerto viene aperto da un veterano del GMG, Walter Lupi, ancora nell’immaginario dei tanti presenti al Master Guitar 2008 per il suo duetto con Dominic Miller.

Il concerto (come quelli del sabato e della domenica) è in prevendita sul sito www.masterguitar.it: 20 euro prezzo intero, 10 euro ridotto fino ai 25 anni, gratis sotto i 18. Una decisione, presa dagli organizzatori per incentivare i giovani e giovanissimi all’ascolto e alla cultura della musica di qualità dal vivo.

Un venerdì sera imperdibile che è solo l’inizio di un lungo tour nel mondo della musica: Galliate Master Guitar 2009 è quaranta concerti gratuiti, tre serate a Castello, una città invasa dalla musica, una piazza riconosciuta tra le più belle d’Europa, una cornice ideale per un weekend di musica live, incontri, divertimento, approfondimenti…

Sabato e domenica la programmazione va dalle 16 a notte con concerti in contemporanea nelle postazioni del centro storico, tante iniziative e due grandi appuntamenti nel Castello: Chitarre per… Emergency e Saman con Daniele Bazzani, Marcio Rangel e Adam Fulara sabato 4 e The Rosenberg Trio domenica 5.

Diverse le provenienze degli artisti, i generi musicali, gli stili per un percorso di note che consolida e amplia il Festival grazie a molte novità.

In collaborazione con Rivolta – azienda con sede a Desio che lavora il legno da oltre un secolo e che da trent’anni mette al servizio della liuteria la propria grande esperienza – il GMG ospita la prima convention dei liutai italiani, Chitarre in Rivolta.

Sabato e domenica, i maggiori esponenti della liuteria italiana si ritrovano per confrontarsi, raccontare, aggiornarsi, esporre le proprie chitarre, consigliare il pubblico alternandosi al Banco del Liutaio.

Ancora. La musica in punta di dita, è proprio il caso di dirlo negli appuntamenti con il fingerpicking. Fingerstyle Life è il raduno curato da Dario Fornara dove Reno Brandoni, Daniele Bazzani, Giovanni Ferro, Giovanni Pelosi, Giorgio, Cordini, Alex Di Reto, Alberto Caltanella sono protagonisti dei concerti pomeridiani di sabato e domenica. Dal fingerpicking, al fingerstyle, dal flatpicking, alle tecniche di tapping, Otto concerti per conoscere tutto della chitarra acustica italiana con musicisti e musica proposti dalla più importante etichetta discografica dedicata: fingerpicking.net.

Spazio, poi, a etichette musicali, negozi di strumenti, editori di settore, ecc… nel Mercato in corte: lo splendido colonnato del Castello ospita liutai, produttori, collezionisti, scuole di musica, etichette di distribuzione, editori, stampa specializzata per esporre e allacciare nuovi contatti e collaborazioni. Tra le novità, il GMG Bookshop gestito da DeAgostiniLa Talpa con pubblicazioni dedicate alla musica e la presenza dell’Associazione Fumetti a Novara, che creerà per il Master Guitar il fumetto di Valentino Airoldi. Confermata la partecipazione di importanti liuterie, come Liuteria Marconi.

Tutto esaurito, infine, per i palchi off, le postazioni dove, previa prenotazione, gli appassionati della chitarra possono esibirsi ed esprimersi grazie a impianti e tecnici a disposizione. Ma per chi ancora volesse suonare, dalle 18 alle 19 Piazza Statuto diventa una jam area, ribattezzata GMG Jam, dove musicisti possono trovare un punto d’approdo per creare nuovi sound, sinergie e fusioni: un lavoro in itinere che si sposa con i reading musicali, organizzati sempre nella stessa location e che proseguono sino a sera inoltrata.

Un programma ricchissimo per una manifestazione sempre più articolata che nasce dalla passione del direttore artistico Graziano Genoni e dell’Associazione Valentino Airoldi, fondata nel 2007 in memoria di Valentino Airoldi, cittadino galliatese che, secondo la storia della musica, nel 1937 fu il vero inventore della chitarra elettrica.

www.masterguitar.it _ scrivi@masterguitar.it

Informazioni stampa e accrediti

Serena Galasso – 339.4577226 – s.galasso@cosacome.com

M. Consuelo Vignarelli – 348.2653538 – c.vignarelli@cosacome.com

Annunci

30 giugno 2009 Posted by | Festival | Lascia un commento

BEETHOVEN E GIULIANI

A cura di Mauro Storti

Racconto storico di Johann Friedrich Reichardts che parla di un concerto per gli amatori, al quale prese parte Giuliani.

“Sono stato presente que­st’inverno ad un concerto che per la sua organizzazione e per il suo svolgimento mi ha fatto molto soffrire, per quanto la società viennese che componeva il pubblico fosse tanto simpa­tica ed amabile.

Tre piccolissime camere servi­vano per il pubblico e gli ese­cutori. Queste camere erano gremite da una moltitudine di uditori e per di più di una folla di musicisti in modo da togliere l’aria e da offendere l’udito. Per fortuna non divenni cieco perché vi erano molte belle si­gnore fra le quali alcune pre­sero parte al concerto can­tando assai bene musiche di Beethoven, Romerg, Paër ed altri. Però queste non poterono emergere colle loro qualità vo­cali perché data la misura limitatissima di grandezza di quel­le camere c’era da assordire, specialmente poi col frastuono delle trombe, dei timpani e degli altri strumenti a fiato. Eb­bi però il piacere di sentire egualmente qualcosa di molto bello che si adattò molto bene all’ambiente e che fece grande effetto: un chitarrista napo­letano (il cronista certamente avrà chiesto di Giuliani a qual­che ascoltatore che ignorava il luogo di nascita dell’artista) per nome Mauro Giuliani, che suonava in modo così incante­vole da far ricordare il bel periodo dei liutisti. Io non ho mai sentito suonare in modo così perfetto su uno strumento così modesto. Accompagnato

dal Giuliani cantarono poi due artisti italiani, un tenore ed un basso, la romanza francese «La sentinella». Tale romanza vuole significare che la senti­nella, in una notte chiara, si trova davanti al nemico, fa alla sua donna amata le promesse ed i giuramenti, e mentre deve sorvegliare, pensa, vive com­batte e muore solo per lei.

Quel distinto chitarrista italiano, che fra l’altro era anche un bel­lissimo giovane, un astro, ac­compagnò questa romanza col suo strumento, intercalando il canto con brani e risposte a­dattissime e brillanti, ciò che piacque immensamente. L’ese­cuzione fu molto adatta per l’ambiente così ristretto, e piacevole al pubblico che ne rimase entusiasta, ma tutto ciò veniva subito infranto dal­l’ouverture «Coriolano» di Bee­thoven.

Mi sentii come strappare il cuo­re ed intontire la testa dai colpi assordanti e dagli squilli acuti che gli esecutori si impegna­vano con entusiasmo di rinfor­zare perché il compositore era presente all’esecuzione. Mi ral­legrai solo della presenza del bravo Beethoven che fu tanto festeggiato nonostante egli a­vesse nella mente e nel cuore il sentimento persistente di es­sere inviso e disprezzato.

La chitarra, 1934

28 giugno 2009 Posted by | Uncategorized | 1 commento

SOFIA GUBAIDULINA A FIRENZE

gubaidulina

27-28 GIUGNO 2009
PREMIO MUSICA NUOVI EVENTI MUSICALI 2009
IIa EDIZIONE

a SOFIA GUBAIDULINA
prolusione
Luciano Alberti

SABATO 27 GIUGNO – ore 17.00
PALAZZO VECCHIO, SALONE DEI CINQUECENTO, FIRENZE

Ingresso libero ad inviti

Sofia Gubaidulina:         Sette parole per violoncello, fisarmonica e archi

Alexander Ivashkin, violoncello

Francesco Gesualdi, fisarmonica

Orchestra da Camera “I nostri tempi”

Alfred Schnittke:           Epilogo (dal Peer Gynt), per violoncello, pianoforte e

nastro magnetico

Alexander Ivashkin, violoncello

Matteo Fossi, pianoforte

DOMENICA 28 GIUGNO -ore 21.00
BASILICA DI SANT’ALESSANDRO, FIESOLE
Ingresso 12 -8 €

Sofia Gubaidulina:         Repentance, per violoncello, tre chitarre e contrabbasso

(prima esecuzione europea)

Francesco Dillon, violoncello

Luigi Attademo, chitarra

Duccio Bianchi, chitarra

Gisbert Watty, chitarra

Anita Mazzantini, contrabbasso

Felix Mendelssohn: Sonata in Re maggiore n.2 op.58 per violoncello e

pianoforte

Francesco Dillon, violoncello

Matteo Fossi, pianoforte

Sofia Gubaidulina:        Quasi hoquetus per fagotto, viola e pianoforte

Paolo Carlini, fagotto

Stefano Zanobini, viola

Matteo Fossi, pianoforte

in collaborazione con:

Orchestra da Camera I Nostri Tempi

Regione Toscana SRS

Toscana Energia

Quadrifoglio SPA

Avis

Fattoria di Felsina – Castelnuovo Berardenga

Rete Toscana Classica

Estate Fiesolana

Ente Cassa di Risparmio di Firenze

S.F.C. Qualità Consulting

C.P.F. Costruzioni S.p.a.

Con la presenza della compositrice russa Sofia Gubaidulina, uno dei grandi nomi della musica di oggi, i Nuovi Eventi Musicali hanno inteso dare continuità a uno dei loro obbiettivi principali, quello di segnare con la presenza di grandi musicisti la loro attività rivolta alla modernità, mantenendo nel contempo viva l’attenzione ai giovani e alla musica da camera. Dopo l’omaggio a Mauricio Kagel dello scorso anno, l’invito a Sofia Gubaidulina ha il significato di riportare attenzione sui temi della sacralità dell’arte e della spiriitualità, in un momento in cui anche la musica patisce dell’impoverimento culturale dell’intera società.

Dice Sofia Gubaidulina: “L’arte e la sostanza spirituale del mondo hanno lo stesso compito: ricondurre tutti gli elementi del molteplice all’unità e in questo senso il compito di un artista consiste nel ristabilire i rapporti tra arte e natura”.

Sette parole, opera scritta nel 1982, è concepita in sette parti, per violoncello, fisarmonica e orchestra d’archi. È caratterizzata da una chiara simbologia che attraversa i suoi elementi compositivi e strumentali. A eseguire le Sette parole saranno Francesco Gesualdi, uno dei principali e originali fisarmonicisti italiani, e lo straordinario violoncellista Alexander Ivashkin, massimo esperto e studioso della musica russa del Novecento.

Repentance (prima esecuzione europea) è una recente composizione per un organico di strumenti a corde: un violoncello, tre chitarre, un contrabbasso. Si tratta di un’opera elaborata, in cui il violoncello – affidato a Francesco Dillon – si confronta con la ricchezza sonora delle tre chitarre (Luigi Attademo, Duccio Bianchi e Gisbert Watty, tutti musicisti con all’attivo un’esperienza internazionale nella musica del Novecento), e affiancati dalla giovanissima contrabbassista Anita Mazzantini.

Quasi Hoquetus è un’opera scritta  nel 1984 in sette sezioni, per fagotto viola e pianoforte. In essa ogni parte si intreccia con le altre grazie a particolari figure ritmiche o a pause sapientemente posizionate (secondo la tecnica antica dell’hoquetus). I tre esecutori di questo brano saranno Paolo Carlini e Stefano Zanobini, rispettivamente primo fagotto e prima viola dell’Orchestra Regionale Toscana, assieme al pianista Matteo Fossi, uno dei giovani musicisti più vivaci del panorama italiano, ideatore, insieme a Francesco Gesualdi, Luigi Attademo e Mario Setti, del progetto.

Per informazioni:
Associazione “Nuovi Eventi Musicali”
Sede legale:
Viale dei Mille, 131
50131, Firenze – Italy
Tel/Fax: +390552001875
E-mail: info@nuovieventimusicali.it
Web site: www.nuovieventimusicali.it

26 giugno 2009 Posted by | concerti | | Lascia un commento

MUSICA & AUDIOVISIVO

Corso di Alta Formazione

MUSICA & AUDIOVISIVO

Teoria e prassi della musica nel film

Dal 23 luglio al 3 agosto 2009 a Belluno, l’istituto “T. Catullo” sarà la sede di uno stage sulle tecniche di composizione di colonne sonore tenuto dal M° Manuel De Sica (figlio del grande Vittorio De Sica), nomination all’Oscar nel 1971 per “Il giardino dei Finzi Contini”, il Globo d’Oro della Stampa Estera 1989 per Ladri di Saponette di Maurizio Nichetti, il Nastro d’Argento 1992 per Al Lupo Al Lupo di Carlo Verdone e il David di Donatello 1996 per la colonna sonora di Celluloide di Carlo Lizzani. Le sue musiche sono state eseguite da artisti quali Vladimir Ashkenazy, Lynn Harrell, Aldo Ceccato, le sue canzoni da Ella Fitzgerald, Tony Bennett, Dee Dee Bridgewater.

Co-docenti prof. Massimo Ferigutti , dott. Nello Boccia prof.ssa Marina Penzo.

Il corso, organizzato dal Centro Studi e Ricerche FormArte in collaborazione con il Conservatorio di Vicenza, la Regione Veneto, il Comune di Belluno e l’Associazione Lidia è finalizzato alla sperimentazione e l’elaborazione di nuove modalità didattiche e tecnologiche applicate alle materie dello spettacolo – è rivolto a tutti quei musicisti che desiderino affacciarsi all’affascinante professione di compositore per il mondo delle immagini, ma anche a quei professionisti o aspiranti filmakers che vogliano guadagnare una prospettiva più completa sulla realizzazione di un’opera filmica.

E’ un’opportunità unica in Italia, riconosciuta dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) dall’AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale) con il supporto di Steinberg –  MidiWare Educational Italia, gli studenti avranno a disposizione, per le esercitazioni e la verifica di quanto appreso, un laboratorio di informatica musicale.
A coloro che avranno la fortuna di iscriversi – gli stage sono a numero chiuso – sarà offerta l’opportunità di acquisire preziose competenze, utili per le attività professionali.

Sono previste delle borse di studio.

Per informazioni ed iscrizioni consultare il sito: http://www.formarte.it/

Per informazioni sulla didattica dei corsi telefonare al numero: 347-7357959

24 giugno 2009 Posted by | Uncategorized | , , | Lascia un commento

La Guitarra esencial

2. Internationales Guitarrenfestival

La Guitarra esencial

Millstatt – Austria –

5 – 9 Agosto 2009

La-guitarra-esencial

22 giugno 2009 Posted by | Festival | | Lascia un commento

PRIMI “INCISI” NAZIONALI

logoAntico phonotype

Era il 1900, a Napoli imperava più che mai l’amore per  la canzone partenopea ma i vari interpreti per registrare le loro voci erano costretti a ricorrere a case discografiche che incidevano o stampavano dischi in Germania e poi vi apponevano la loro etichetta. Una modalità di produzione largamente diffusa ma poco pratica.

Fu così che in via S. Anna, in un piccolo negozietto di dischi, in cui le “voci napoletane” erano solite recarsi per ascoltar canzoni, nasce l’idea di fondare una casa  discografica nazionale in grado  di incidere e produrre. Grande amore per la  musica, ma anche un certo ardire imprenditoriale, spingono il Cavalliere Raffaele Esposito e suo figlio Americo a trasformare la stalla di via De Marinis in sala di incisione. Era il 1901. Nasce così la Società Fonografica Napoletana che dieci anni più tardi sarà conosciuta  a livello internazionale come Phonotype Record.

Veri e propri pionieri del settore, Raffaele e Americo  danno una svolta al mercato e offrono agli artisti la possibilità di incidere le loro voci cantando in un imbuto di latta. Ad accompagnarli, poi, pochi orchestrali ai cui strumenti, indichiamo il violino come esempio, veniva applicato un cono che convogliava il suono registrato, poi, su pesanti matrici di rame.

Ersilia Sampieri, Gilda Mignonnette, Salvatore Papaccio, Vittorio Parisi, ed una lunga scia di nomi  gloriosi  si legano alla Phonotype Recordpamss19a

Dal 1925 a seguire altra grande svolta: il passaggio dalla registrazione meccanica a quella elettrica e quindi dall’imbuto di latta al microfono.

Poi la lotta per sopravvivere… cominciano ad entrare in gioco altre case discografiche…  ed infine la guerra che distrugge cataloghi e dischi.

Ma le matrici di rame no, quelle vengono salvate dall’astuzia degli Esposito che rispondono alla richiesta di metalli da parte del Governo sotterrandole nel cortile interno di via De Marinis. Solo nel 1961 rivedranno la luce a seguito di alcuni lavori di ristrutturazione.

A raccontare tutto ciò oggi sono i figli di Americo: Fernando, Vincenzo e Roberto che custodiscono gelosamente negli archivi di famiglia i documenti attestanti l’attività di tre generazioni e che continuano a tener viva la Phonotype Record.

L’attività ora è però orientata prevalentemente al restauro delle “antiche” matrici e alla registrazione delle “antiche” canzoni tentando di ripulirle da fruscii e rumori.

logoPhonotype

Da oltre un secolo, dunque, la “storia della registrazione”  si lega alla Phonotype Record e alla famiglia Esposito la cui opera  certamente ha contribuito alla diffusione nel mondo della canzone napoletana, un’opera che sicuramente acquista un valore ancora più grande se si considerano la grande passione e la ferrea determinazione che hanno da sempre contraddistinto  l’attività della prima Casa Discografica Nazionale Italiana

Titty Esposito

21 giugno 2009 Posted by | Uncategorized | , , , | Lascia un commento

“La chitarra di Villa-Lobos: una corda che canta” Piero Bonaguri

TOSSIGNANO
Lunedì 10 agosto 2009
ore 21.15

Chiesa di San Girolamo

bonaguri

PIERO BONAGURI chitarra

“La chitarra di Villa-Lobos: una corda che canta”

Heitor Villa-Lobos
– Mazurka- chôro
– Scottisch- chôro
– Valsa- chôro
– Chôrinho
dalla Suite Popolare Brasiliana

Cinq Préludes
Prélude n. 3Homenagem a Bach
Prélude n. 2Homenagem ao Malandro Carioca – Melodia Capadócia – Melodia Capoeira
Prélude n. 4Homenagem ao Indio Brasileiro
Prélude n. 5Homenagem a vida social – «Aos rapazinhos e mocinhas fresquinhos que frequentam os concertos os teatros no Rio»
Prélude n. 1Homenagem ao sertanejo brasileiro – Melodia

12 Studi
n.1, n.4, n.5, n.7, n.8, n.10, n.11, n.12

Chôro n.1

19 giugno 2009 Posted by | concerti | Lascia un commento

Festival Internazionale della Chitarra Città di Fiuggi

fiuggi 2009Master Class Docenti Internazionali

Eliot Fisk (USA) – Carlos Bonell (Inghilterra) – Carles Pons (Spagna) –

Javier Garcia Moreno (Spagna) – Igor Shoschyn (Bielorussia) –

Lauren Boutros (Francia) – Bosko Radojkovic (Serbia) –

Luis Quintero (Venezuela) – Francisco Cuenc (Spagna) –

Eszter Lencsès (Ungheria) – Josè Luis Postigo (Spagna ).

Master Class Docenti Italiani

Carlo CarfagnaGiulio Tampalini Salvatore Zema

Ciro CarboneMarco RossettiAntonio de Rose

Leonardo Gallucci Roberto FabbriAgatino Scuderi

Domenico ScaminanteGabriella LubelloFabio Montomoli

Maurizio di FulvioGiandomenico Anellino

Stefano Sergio SchiattoneFrancesco Taranto (Chitarra dell’800) –

Beppe Gambetta (Acustica) – Massimo Varini (Acustica) –

Giovanni Palombo (Acustica) – Juan Lorenzo (Flamenco)

Concerti

Martedì 21 Luglio 2009
h. 21.00Giacomo Susani – Vincitore concorso Città di Fiuggi 2008 (Piazza Spada – Categoria giovani emergenti)
h. 21.30Ruben Giuseppe Levi Pennestrì – Vincitore concorso Città di Fiuggi 2008 (Piazza Spada – Categoria concertisti)
h. 22.00Giandomenico Anellino (Piazza Spada)
h. 23.00Maurizio Di Fulvio Trio (Piazza Spada)

Mercoledì 22 Luglio 2009
h. 18.15Daniele Foti (Sala Hotel Touring)
h. 19.00 Igor Shoshyn e Dmitriy Mironenko Duo (Sala Hotel Touring)
h. 21.00 Javier Garcia Moreno (Piazza Spada)
h. 22.00Eliot Fisk (Piazza Spada)
h. 23.30Giovanni Palombo (Piazza Spada)

Giovedì 23 Luglio 2009
h. 18.15 – Riccardo Calogiuri (Sala Hotel Touring)

h. 19.00 – Fabio Montomoli (Sala Hotel Touring)
h. 21.00 – Lauren Boutros (Piazza Spada)
h. 22.00
Carlos Bonell (Piazza Spada)
h. 23.00Beppe Gambetta (Piazza Spada)

Venerdì 24 Luglio 2009
h. 18.15Ciro Carbone (Sala Hotel Touring)
h. 19.00Agatino Scuderi (Sala Hotel Touring)
h. 21.00Duo Hermanos Cuenca (Sala Hotel San Giorgio)
h. 21.00Luis Quintero (Piazza Spada)
h. 22.00Giulio Tampalini (Piazza Spada)
h. 23.00Massimo Varini (Piazza Spada)

Sabato 25 Luglio 2009
h. 16.45Domenico Scaminante (Sala Hotel Touring)
h. 17.30Francesco Taranto (Sala Hotel Touring)
h. 18.15 Antonio de Rose (Sala Hotel Touring)
h. 19.00Guitar Duo Zema-Lencses (Sala Hotel Touring)
h. 21.00Carles Pons (Piazza Spada)
h. 22.00Antonio Siano e i nuovi Cantori di Napoli, Ciro Carbone e Michele De Martino (Piazza Spada)
h. 23.00
Juan Lorenzo y Josè Luis Postigo Company in: Sevilla Flamenca (Piazza Spada)

Tutte le informazioni sui Concerti, Masterclasses, sulla
Mostra mercato di liuteria e sul Convegno chitartristico sono disponibili al
sito:

www.fiuggiinternationalguitarfestival.com/

18 giugno 2009 Posted by | Master class e corsi di chitarra | Lascia un commento

Conferenza Stampa Galliate Master Guitar Festival

INVITO


Conferenza Stampa

Mercoledì 24 giugno, ore 11.30

SALA DEGLI STUCCHI, CASTELLO SFORZESCO GALLIATE

piazza Vittorio Veneto, 5

GALLIATE MASTER GUITAR

2^edizione – Galliate3, 4, 5 luglio 2009

Intervengono

Giuliana Manica – Assessore al Turismo Regione PIemonte

Davide Ferrari – Sindaco Comune di Galliate

Graziano Genoni – Direttore artistico GMG

Fabio Martelli Presidente Associazione Valentino Airoldi

i rappresentanti degli Enti e Istituzioni

che collaborano alla realizzazione dell’evento

Il festival celebra il genio di Valentino Airoldi (inventore della prima solid body)

e dedica alla chitarra tre giorni di concerti, incontri, approfondimenti, esposizioni.

RSVP Serena Galasso_cell 339 4577226

www.masterguitar.it

Informazioni per la Stampa

Serena Galassos.galasso@cosacome.com – 339 4577226

M. Consuelo Vignarellic.vignarelli@cosacome.com – 348 2653538

17 giugno 2009 Posted by | Uncategorized | Lascia un commento

Master-class Giovanni Grano

Castellaro Lagusello ( Monzambano –MN)

Master-Class

26 luglio – 1 agosto 2009

Giovanni Grano

(chitarra e musica da camera con chitarra )

costo del corso € 250 (inclusivo di tassa d’iscrizione )

www.seicorde.it/Grano

Vadim Brodski

(violino)

costo del corso  € 250 ( inclusivo  di tassa d’iscrizione)

I corsi si terranno a Castellaro Lagusello (Monzambano – MN ), splendido

borgo medioevale, presso il prestigioso Resort  “ Corte Uccellanda “.

Il costo della stanza  è di € 35 al giorno,  fino ad esaurimento disponibilità.

E’ inclusa la colazione e l’uso gratuito di cucina, sauna e bagno turco .

E’ stata inoltre stipulata una convenzione per il pranzo e/o la cena

pari ad  € 10 per un pasto completo ( con l’ esclusione delle bevande

alcoliche ) presso il Ristorante“La Pesa” di Castellaro Lagusello.

Per informazioni sugli alloggi e prenotazioni:

www.corteuccellanda.it tel: 0376-88763 opp. 340-7514394 (Monica)

Per informazioni sul master di chitarra: 340-7825424 ; 328-9728043

Per informazioni sul master di violino: 339-5468710

Come raggiungere Castellaro Lagusello :

Mantova Km. 31 . Verona Km. 34 Brescia Km. 46 . Trento Km. 100 Venezia km. 150 . Milano km. 130

Lago di Garda Km. 12 Gardaland Km. 15 Parco Natura Viva Km.24 Caneva World Km. 17 Parco Giardino Sigurtà Km. IO Terme di Sirmione Km. 15

Uscita autostradaAl4 SIRMIONE Km.8 Motorway exlt Slrmlone Km. 8

Ausgang A/4 Slrmlone Km

16 giugno 2009 Posted by | Master class e corsi di chitarra | Lascia un commento